Cosa vedere a Brema in un giorno: tutto sulla città dei musicanti

Visitare Brema è un’esperienza molto suggestiva. Una città della Germania dalla tradizione storica forte, che non a caso conserva nel suo centro storico uno dei monumenti più belli d’Europa. Sicuramente tu la conoscerai soprattutto per la storia dei Musicanti di Brema dei Fratelli Grimm. In questo articolo ti racconterò cosa vedere a Brema e come raggiungerla dal porto di Bremerhaven o dal vicinissimo aeroporto internazionale.

 

Cosa vedere a Brema

Cosa vedere a Brema in un giorno

Prima di capire cosa vedere a Brema, voglio dirti che questa città è davvero una delle mete ideali sia per la stagione estiva, sia per quella autunnale. Per non parlare del periodo natalizio, quando Brema si veste a feste con luci e mercatini.

Molti turisti italiani arrivano a Brema via mare e si fermano al porto di Bremerhaven. Molte navi da crociera, infatti, tra i loro tour culturali hanno anche un’escursione alla famosa città dei Musicanti.

L’espressione più usata dalla maggior parte dei viaggiatori che visita per la prima volta Brema è non pensavo fosse tanto bella. A primo impatto sembra una città cupa, ma se hai visitato altre città della Germania, come Norimberga, sai bene che l’aspetto gotico è uno dei tratti distintivi dei centri storici teutonici.

 

 

La città dei Musicanti però ha qualcosa in più e in questo articolo su cosa vedere a Brema ti dirò esattamente cosa e perché.

Brema è l’undicesima città della Germania e nel Medioevo faceva parte della celebre Lega anseatica, che univa le città di mercanti più importanti del Nord Europa.

La città si trova a pochi chilometri dal Mare del Nord ed è vicina alla città di Amburgo. Visitarla col sole è un’impresa ardua, per cui non dimenticare mai l’ombrello.

 

Piazza del mercato e il Municipio

Piazza del Mercato e il Municipio - Brema

 

Tra le cose da vedere a Brema c’è di sicuro la Piazza del mercato sulla quale si affaccia il Municipio.

Dal 2004 il Municipio di Brema, la piazza antistante e la statua di Rolando sono nella lista dei monumenti UNESCO Patrimonio dell’umanità.

La statua medievale di Rolando è uno dei monumenti più antichi di Germania e simboleggia la giustizia e la libertà.

Il Municipio di Brema, invece, costruito nei primi anni del Quattrocento con una facciata in stile Rinascimento del Weser è indubbiamente uno degli edifici storici più belli di Germania. Da non perdere all’interno: la Sala superiore, la Camera d’oro e il Ratskeller.

Il Ratskeller di Brema ospita la più grande collezione di vini tedeschi, oltre 650 tipi di vino. La botte più antica di vino risale al Seicento.

A ovest del Municipio trovi la celebre statua dei Musicanti di Brema, i personaggi della fiaba dei fratelli Grimm. La statua in bronzo risale alla metà del Novecento ed è opera del noto scultore Gerhard Marcks.

 

Duomo di San Pietro

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Viaggi Culturali Europa (@viaggiculturalieuropa) in data:

 

Una imponente costruzione medievale, la più importante Chiesa evangelica luterana della Germania Settentrionale.

La Cattedrale di Brema è una chiesa romanica costruita con possenti pietre di arenaria nell’XI secolo, sulle rovine di edifici più antichi. Nel Duecento venne ristrutturata in chiave gotica e nel Trecento fu ampliata con la costruzione di cappelle laterali sempre in stile gotico teutonico.

All’alba del Rinascimento inizia il processo di graduale trasformazione con l’inserimento di ritocchi architettonici che si avvicinano al nuovo gusto artistico.

Con la Riforma luterana vengono fermati tutti i lavori e vengono rimossi gli elementi decorativi considerati inopportuni dalla nuova dottrina ecclesiastica.

Alla fine dell’Ottocento fu organizzata una grande ristrutturazione del Duomo, che stando a quanto riportano le fonti risultava in stato di degrado e parziale abbandono.

L’Ottocento in tutta Europa è il secolo delle grandi ristrutturazioni architettoniche dei monumenti medievali e per questo spesso è difficile riconoscere gli elementi romantici da quelli puramente medievali.

Fu costruita una nuova facciata con due torri ad ovest (la cosiddetta westwerk) e una torre centrale in stile neo-romanico, che forse in origine non esisteva.

Oggi visitarla è uno spettacolo, soprattutto per chi ama l’arte gotica e neo-gotica.

Ti consiglio di scendere nelle cripte per esplorare tutti i meandri più nascosti del Duomo di Brema.

 

Böttcherstrasse

Böttcherstrasse

 

Proseguiamo nel racconto di cosa vedere a Brema con un altro scorcio straordinario della città.

La Böttcherstraße si trova nel distretto di Bremen-Mitte, in pieno centro storico e collega la Martinstraße (strada lungo il fiume Weser) al Marktplatz (la piazza del Municipio).

La Böttcherstraße è la via più suggestiva del centro storico di Brema, piena di botteghe e negozi, dove potrai acquistare sfiziosi souvenir o semplicemente passeggiare sotto i portici e le lanterne medievali.

Alza gli occhi e ammira il Portale di luce (Der Licht-bringer) e il carillon di porcellana di Meissen. Dietro questa via di poco più di 100 metri c’è un’affascinante storia.

Nei primi anni del Novecento venne acquistato dal mercante Ludwig Roselius (che sarà il proprietario dell’azienda Hag, la nota produttrice di caffè) un magazzino che si affacciava sulla via.

Lo stesso Roselius acquistò in seguito anche tutti gli altri edifici della via. Li fece demolire e affidò all’architetto e scultore Bernhard Hoetger il progetto di ricostruzione, che terminò nei primi anni ‘30.

Il noto architetto fu l’autore anche del bassorilievo che raffigura l’Arcangelo Michele in lotta contro il drago, che troneggia ancora oggi sulla strada.

Oggi, quindi, la strada è il prodotto di questa ricostruzione.

Con la salita al potere del governo nazista, ci fu un nuovo colpo di scena. La via venne additata come esempio di “arte degenerata”.

Questo è un termine che fu introdotto dal regime nazista per indicare le forme artistiche, che veicolavano valori, messaggi o simboli contrari alla concezione ideologica nazista.

In questo caso possiamo immaginare che i valori neo-medievali non erano affini alle politiche stilistiche e simboliche del regime nazista, molto più vicino a forme d’arte che richiamavano il classicismo dell’arte greco-romana.

Nel corso della Seconda guerra mondiale la via venne pesantemente danneggiata dai bombardamenti e fu ricostruita circa dieci anni dopo la fine del conflitto mondiale.

 

Schnoor

Schnoor

 

Schnoor (Schnoorviertel) è il quartiere storico di Brema. Gli elementi più caratteristici sono gli edifici a graticcio costruiti tra il Cinquecento e l’Ottocento, scampati per miracolo ai bombardamenti della Seconda guerra mondiale.

Questo quartiere rappresenta il primo nucleo abitativo della città. L’antico insediamento medievale, dove i primi abitanti si riunirono in comunità.

Il quartiere, un tempo molto povero e abitato principalmente da pescatori, oggi è il cuore della vita turistica della città. Ricco di vicoli, che ospitano locali di street food, ristoranti e alberghi.

 

Bremen Im Schnoor

 

Cosa visitare a Brema: i Musei più belli

A Brema ci sono diversi musei che ti consiglio di visitare. In particolare ti consiglio la visita della Birreria Beck’s, la tradizionale birreria di Brema, che ti offre la possibilità di visitare il piccolo museo interno, il magazzino delle materie prime e la sala di cottura. Alla fine ti sarai guadagnato un assaggio gratuito della gustosa birra locale.

Un altro museo da non perdere è lo storico edificio Kunsthall, che conserva dipinti e sculture di impressionisti tedeschi e francesi.

Un altro bel museo è lo Ubersee-Museum, un museo storico, risalente al 1896, che espone la storia commerciale e etnologica di Paesi sparsi nei diversi Continenti, che nella storia hanno orbitato attorno alla Germania.

 

Dove mangiare a Brema

Bremer Knipp mit Bratkartoffeln

 

Se ti stai chiedendo dove mangiare, ma soprattutto cosa mangiare a Brema di tipico, in questo paragrafo ti indicherò tutte le prelibatezze che io ho adorato.

I quartieri dove a mio parere si mangia meglio sono Uberseestadt e il Viertel.

Il primo è l’ex-zona portuale, oggi riqualificato in vivace quartiere con una scelta gastronomica eccellente. Il secondo è un ricco quartiere impreziosito da raffinati ristoranti, pub alla moda e locali di street food.

Se ti piace il cibo veloce ti consiglio di assaggiare la tipica salsiccia di Brema (Bremer Bratwurst) oppure un caldo panino con il salmone. Vicino al duomo trovi tanti piccoli chioschi e un mercato enogastronomico davvero ottimo.

Se invece vuoi sederti a ristorante e mangiare qualcosa di più elaborato ti consiglio una calda zuppa di patate oppure un piatto unico fatto di carne mista e patate (Bremer Knipp). Accompagna il tutto con la deliziosa birra locale.

I due migliori ristoranti dove ho mangiato veramente bene a Brema sono:

  • Ristorante Topaz
    Langenstr. 2-4, 28195 Brema, Stato di Brema, Germania
    +49 421 77625
  • Kleiner Olymp
    Hinter der Holzpforte 20, 28195 Brema, Stato di Brema, Germania
    +49 421 326667

 

I Musicanti di Brema

 

Come raggiungere Brema

Ora sai tutto su cosa vedere a Brema e dove mangiare bene la cucina tipica. Vediamo adesso come spostarti e come raggiungere comodamente il centro storico di Brema.

L’aeroporto si trova a circa 11 minuti in bus. All’uscita dei terminal trovi i bus pubblici e i taxi. Quando ho visitato Brema l’ultima volta ho preso il n. 6, che mi ha portato dall’aeroporto al centro storico. Ma, come spesso accade, può essere che il numero del bus sia stato cambiato. Ti consiglio quindi di accertati sul posto. Ad ogni modo prendi quello che porta alla stazione, passa (quasi sempre) dal centro storico. Il costo è di circa 3 euro.

Se stai cercando un aereo economico da e verso Brema, visita questa pagina, perché trovi tutti i migliori voli aerei e le migliori occasioni low cost.

La Germania ha un’attenzione particolare alle due ruote e Brema è la terza città ciclabile di Germania. Quindi se hai intenzione di raggiungere il centro di Brema in bici troverai diversi segnali che ti indicheranno la via. Molti appassionati seguono gli itinerari ciclabili da Berlino e Brema e raggiungono il centro storico in circa 19 ore (percorsi B1 e B71).

Se non sei proprio tipo da bicicletta e vuoi raggiungere Brema da Amburgo, Hannover o da Berlino ti consiglio di prendere il treno. Amburgo e Hannover sono a circa un’ora di distanza, mentre la capitale è a poco più di tre ore. I prezzi dei treni sono molto ragionevoli.

In treno raggiungi facilmente anche i terminal navali di Bremerhaven, dove, come ti dicevo all’inizio, attraccano le navi da crociera.

Se vuoi controllare gli orari dei treni o prenotare un biglietto, visita il sito web ufficiale delle ferrovie.

 

Brema a Natale

 

Dove dormire a Brema

Prima di salutarti e di concludere questa guida su cosa vedere a Brema, voglio indicarti quali sono le migliori strutture ricettive dove ho dormito durante i miei soggiorni a Brema.

Brema come qualsiasi altra città d’arte europea offre una grande varietà di alloggi, B&b e hotel. Ci sono molte strutture in città che sono davvero fatiscenti.

Mi è capitato una volta un B&b che dalle foto mi era sembrato ottimo e poi a destinazione mi sono accorto che era un tugurio. Molte strutture sono insidiose, perché come è capitato a me ti accorgi della fregatura quando ormai hai pagato e cambiare significa perdere tutti i soldi, oltre che tempo prezioso per trovare un nuovo alloggio.

Nel tempo ho trovato queste tre strutture ricettive e ogni volta che vado a Brema scelgo una di queste tre per andare sul sicuro. Consiglio anche a te di fare lo stesso proprio per evitare spiacevoli sorprese.

Queste tre sono le migliori strutture ricettive di Brema in termini di qualità-prezzo:




Buon viaggio e ricordati di rispettare sempre il luogo e i monumenti che visiti. Il loro futuro dipende anche da te!


Iscriviti alla newsletter e ricevi le migliori occasioni di viaggio per tutte le tasche.


Privacy Policy

x Close

Like Us On Facebook