Cosa vedere a Creta in 6 giorni: i luoghi culturali più belli

Stai cercando i luoghi più belli di Creta? Sei nel posto giusto. Creta è una delle isole greche più ricche di siti archeologici e monumenti storici meravigliosi. Sono stato in Grecia alcuni anni fa ed è stata l’occasione per visitare l’Isola di Creta, la più grande delle isole elleniche. In questo articolo scoprirai cosa vedere a Creta in sei giorni per vivere un viaggio culturale straordinario.

 

Cosa vedere a Creta

Cosa vedere a Creta: informazioni generali

Prima di addentrarci nel capire cosa vedere a Creta voglio ricordarti che andare su questa meravigliosa Isola è uno dei sogni di qualsiasi archeologo o amante della Storia. Qui nasce la cultura greca. Creta, infatti, è stata la culla della cultura minoica, ricca di palazzi, splendide ceramiche e deliziosi affreschi.

Creta è il connubio perfetto tra storia, mare e divertimento. Una delle Isole greche più belle.

Tra le cose da vedere a Creta non mancano le baie appartate, i villaggi quasi abbandonati, i siti archeologici, le profonde vallate e le spiagge di sabbia rosa. Il territorio è vasto, ricco di angoli da fotografare e pieno di persone amichevoli che possono persino essere più ospitali delle loro controparti continentali.

Il primo consiglio che voglio darti è di munirti di un’auto a noleggio, perché i trasporti pubblici sono una delle poche pecche dell’Isola. E la maggior parte dei luoghi da visitare sono accessibili solo con un mezzo, che può essere anche una moto. Poi c’è chi arriva a dorso d’asino, ma ti occorreranno più di sei giorni per visitare tutti i luoghi di cui sto per parlarti.

 

 

I quattro territori di Creta

Quando ho visitato l’Isola e ho preparato il mio piano per capire cosa vedere a Creta in sei giorni mi sono reso conto che i posti più belli sono racchiusi in quattro territori. Vediamoli insieme uno a uno.

 

Snowy lasithi

 

Visitare Lasithi tra mulini a vento e spiagge con ciottoli

Lasithi è la provincia meno visitata di Creta, ma ha molto da offrire ai visitatori, soprattutto a chi ama la tranquillità. In particolare offre diverse spiagge che hanno in sé il contrasto tra mare caldo e aria frizzante di montagna.

Elounda è il fulcro di questa parte di Isola. Le spiagge sono fatte di ciottoli, con acque calme e limpide. Ideali per trascorrere la giornata con una splendida vista che si affaccia sulla piccola isola di Spinalonga. Quando il cielo è limpido riuscirai a vedere persino l’estremità di questa piccola isola con le torri della sua Fortezza medievale.

Se ti affascinano le rovine medievali ti consiglio di visitare Spinalonga. Il nome italianeggiante deriva delle conquiste delle Repubbliche Marinare italiane, in particolare Venezia e Genova. L’Isola di Spinalonga è situata in una posizione strategica all’imbocco del Golfo di Mirabello.

Poco distante si trova l’Isola di Kalydon, che è collegata a Elounda attraverso una strada comodissima. Nella mappa in alto ti ho segnalato due luoghi storici molto belli: i Mulini a vento e le rovine sommerse di Olous, vicino alle saline di Elounda.

Anche nelle altre zone del territorio di Lasithi i monumenti storici più visitati sono i mulini a vento. Davvero molto belli.

L’altopiano, infatti, ospita alcuni piccoli villaggi tradizionali greci, che custodiscono antichi mulini a vento. Molti purtroppo abbandonati a favore delle tecnologie moderne, ma ce ne sono alcuni che funzionano bene.

Tutta la zona del comune di Chersonissos è disseminata di mulini e chiese rurali, ma in particolare l’area che ti consiglio di visitare è quella di Selí Ambélou (trovi il punto preciso nella nostra mappa in alto).

Ti consiglio di dedicare al territorio di Lasithi due giorni dei sei a disposizione.

Se vuoi dedicargli un giorno in più ti consiglio di spostarti anche sulla parte opposta del Golfo di Mirabello per visitare il piccolo isolotto di Mochlos e l’omonima area archeologica, dove è stato ritrovato un insediamento minoico molto interessante.

Se sei alla ricerca di hotel dove dormire, questi sono i migliori in circolazione:

  • Bellevue Suites –  un appartamento situato nella città di Agios Nikolaos, si affaccia sulla baia di Ammoudi
  • New Aurora Apts Studios – un appartamento situato a Ferma, dispone di un comodo parcheggio gratuito
  • El Greco Hotel – un hotel sul lungomare di Ierapetra

 

Chania Crete

 

Visitare Chania: tra scorci veneziani e spiagge di sabbia rosa

Seconda tappa del nostro itinerario su cosa vedere a Creta. Il territorio di Chania, che si pronuncia Hanya, si trova a Creta Ovest ed è caratterizzato da spiagge bellissime. Questa è la zona più visitata dell’Isola di Creta.

Prima di parlarti delle sue spiagge voglio raccontarti la mia esperienza a La Canea, il maggior comune della zona e il punto di attracco per i traghetti che arrivano da Atene, la capitale della Grecia.

Quando mi sono informato su questa città, conta circa 100mila abitanti, non sapevo che nascondesse delle bellezze storiche di primo piano e per giunta di età medievale, come piacciono a me.

La sua storia è molto curiosa, perché fu prima colonia romana, ricca di centri di produzione e importante luogo di mercato. Dopo la IV crociata passò sotto il dominio di Venezia e poi sotto quello di Genova. Nel XIV secolo per difendersi dall’avanzata turca fu munita di possenti mura a protezione del porto, il fulcro dell’intero territorio Ovest di Creta. Dopo lunghi assedi e inaspettati attacchi gli Ottomani riuscirono a conquistarla nel 1645 e restò sotto il dominio turco fino alla fine dell‘800.

Ti consiglio di visitare il Museo archeologico, tutta la città vecchia e il porto antico, con le bellissime architetture veneziane e genovesi.

La zona di Chania è quella che più mi ha emozionato. Visita la spiaggia di Balos: la più bella spiaggia turistica che abbia mai visto in Grecia.

Altra spiaggia bellissima è quella di Stefanou. Però fai attenzione alla strada, perché il percorso che porta alla spiaggia è in parte dissestato e in discesa, quindi guida con prudenza.

Tuttavia, una volta arrivato ​​al parcheggio e vista la spiaggia ti dimenticherai del percorso appena fatto. Il paesaggio è incredibile.

Terza spiaggia imperdibile è quella di Elafonisi, la spiaggia dalla sabbia rosa. Assicurati di trascorrere almeno un giorno intero su questa spiaggia.

Vicino ci troverai il Parco nazionale che protegge il colore particolare della sabbia. La sabbia rosa è il prodotto di un fenomeno naturale unico: la frantumazione del corallo.

Nel territorio di Chania ti consiglio anche di visitare il Lago di Kournas. L’unico lago di acqua dolce presente a Creta, ubicato in una vallata tra verdi colline ondulate.

Un paio di ore saranno sufficienti. Il tempo giusto per noleggiare una barca a remi e goderti il blu delle acque.

Un’altra attività che puoi fare in zona è l’escursione nella Gola di Samariá. È senza dubbio uno dei posti più belli da vedere a Creta ed è la destinazione preferita di molti visitatori.

L’escursione completa dura circa cinque ore, cambia naturalmente a seconda dell’abilità fisica e di quanto ci si ferma. Ti ricordo che le estati in Grecia sono molto calde e molto umide, quindi assicurati di iniziare l’escursione la mattina presto e porta molta acqua.

A Chania ho dedicato altri due giorni.

Dove dormire a Chania? Questi sono i tre hotel più interessanti dove pernottare:

  • TheJoy Hotel – si trova a Chania, nei pressi del porto vecchio
  • Athina Suites Platanias – un appartamento situato a Platanias, con vista su piscina e munito di tutte le comodità per trascorrere una vacanza rilassante in coppia
  • Anna’s Beautiful Apartment – un comodo appartamento nella città di Chania, con due camere da letto e in grado di ospitare fino a quattro persone

 

Cnosso

 

Heraklion e Cnosso

La maggior parte dei viaggi a Creta inizia e finisce nella città più grande: Heraklion, che ospita il porto principale di Creta e anche il più grande aeroporto dell’Isola.

A differenza di La Chania che collega solo Atene, nel porto di Heraklion attraccano anche i traghetti minori che arrivano dalle altre città della Grecia e dalle altre isole elleniche.

Heraklion ricorda Atene per molti aspetti, in particolare per il Museo archeologico e il traffico. La città è bella da visitare, ma non dedicargli più di un giorno o perderesti le altre meraviglie di Creta.

Quando una persona pensa a cosa vedere nell’Isola di Creta subito pensa a Cnosso. E come dargli torto!

Vicino alla città di Heraklion trovi appunto Cnosso, il più grande sito archeologico dell’Isola.

La cittadella di Cnosso e il suo Palazzo minoico sono tra i reperti archeologici più antichi della storia della civiltà umana. Knossos si trova molto vicino a Heraklion e può essere facilmente visitato in un paio d’ore. È sicuramente una delle cose più interessanti da vedere in tutta la Grecia.

Non lontano dalla città di Heraklion si trova Chersonissos (la stessa di cui ti ho parlato nel paragrafo di Lasithi).

A parte i Mulini a vento nell’interno, sull’altopiano, non c’è nulla di particolare da vedere, ma è la sede delle strutture ricettive più economiche di Creta. Non conosco il tuo budget, ma se hai poche risorse allora qui trovi gli hotel migliori.

Per semplificarti la ricerca in questa pagina ho selezionato tutte le strutture dove andrei io. Un’ottima base dove sostare per esplorare il territorio di Heraklion.

 

Rethymno

 

Rethymno: un tuffo nella Storia

Situato proprio nel centro dell’isola, Rethymno (o Retimo) è l’ultimo territorio della nostra guida su cosa vedere a Creta.

La città vecchia di Rethymno è molto interessante, è una colorata città costiera con la migliore vita notturna che puoi trovare a Creta e merita sicuramente un giorno o due di esplorazione.

Puoi trascorrere un’intera giornata qui semplicemente girovagando per i vicoli e le strade acciottolate, scattando foto a ogni singolo edificio colorato. Se la Storia è la tua passione, Rethymno è piena di antiche rovine. In particolare il porto è uno dei luoghi storici più suggestivi.

Poco distante dal centro città trovi Plakias, un piccolo villaggio con una delle più famose spiagge per nudisti. Certo, non tutta la spiaggia, ma una buona parte.

Nei dintorni, dopo una ripida salita, trovi anche la spiaggia di Prevali, una bellissima piccola baia isolata. La spiaggia è conosciuta per le lunghe file di palme, che non potrai ignorare.

Come avrai capito visitare l’Isola di Creta richiede un grande senso dell’avventura, perché la maggior parte delle bellezze naturalistiche sono posizionate in luoghi scomodi da raggiungere. Ma ne vale la pena.

Siamo giunti alla fine di questa guida su cosa vedere a Creta in sei giorni. Prima di salutarti anche per il territorio di Rethymno ti consiglio le migliori strutture ricettive dove dormire:

  • Belvedere Apartments and Spa – una struttura con meravigliose suite con Spa situata a Plakias
  • Thalassa Boutique Hotel – si trova a Rethymno nell’ex residenza estiva di un Lord turco locale, si affaccia su una spiaggia, dispone di una terrazza con vista mare e una piscina dotata di vasca idromassaggio
  • Casa Del Mare – Bellissime suite situate nel centro storico di Rethymno, è il posto ideale per visitare la città e, allo stesso tempo, godere di una meravigliosa vista sul mare




Buon viaggio e ricordati di rispettare sempre il luogo e i monumenti che visiti. Il loro futuro dipende anche da te!


Iscriviti alla newsletter e ricevi le migliori occasioni di viaggio per tutte le tasche.


Privacy Policy

x Close

Like Us On Facebook