Cosa vedere a Debrecen tra storia e relax: la seconda città più grande dell’Ungheria

Cosa vedere a Debrecen? Una domanda alla quale risponderò in questa guida di viaggio. Ti dico subito che l’Ungheria è una località molto ambita da chi ama unire al turismo culturale tanto relax a buon mercato. In questo articolo ti indicherò i luoghi d’interesse culturale da non perdere assolutamente e le migliori terme della città dove rilassarti.

 

Cosa vedere a Debrecen

 

Debrecen è la seconda città dell’Ungheria dopo Budapest e un’importante sede universitaria. La città è molto vicina al confine con la Romania (circa 50 km). Proprio grazie a questa posizione favorevole il turismo a Debrecen è aumentato in modo esponenziale quando anche in Romania regioni come la Transilvania si sono riempite di turisti.

 

Visualizza la mappa di Debrecen a schermo intero

 

Nel Medioevo queste terre appartenevano alle tribù dei Magiari (o Ungari), i temuti predoni che da Est si dirigevano verso Roma e Venezia per depredare villaggi e razziare tesori.

La città fu distrutta pesantemente durante la Seconda Guerra Mondiale e molti degli edifici storici, che un tempo adornavano il centro storico di Debrecen, sono scomparsi per sempre.

 

Visitare Debrecen

 

Cose da vedere a Debrecen

La prima cosa che incontrerai entrando a Debrecen è Voros Hadsereg ùtja, la via dell’Armata Rossa che divide in due la città. Molti edifici affacciati su questo lungo viale sono in stile liberty. In particolare le sedi di governo della Contea e della prefettura, inconfondibili con le facciate decorate con ceramiche.

Uno dei monumenti più importanti di Debrecen è la Nagytemplomi Református Egyházközség (La Grande Chiesa Riformata di Debrecen). Una chiesa dipinta completamente di colore giallo, costruita in stile neoclassico ungherese nel primo Ottocento. L’edificio è stato costruito nello stesso sito dove nel Medioevo si ergeva una Chiesa Gotica dedicata a Sant’Andrea.

Ad oggi è la Chiesa protestante più importante e grande d’Ungheria. Nei secoli scorsi Debrecen veniva chiamata “la Roma Calvinista” e questa Chiesa era “la San Pietro dell’Est”. Un luogo maestoso di pellegrinaggio e raccolta di fedeli provenienti da tutta Europa. Se sei interessato a visitarla può esserti utile dare un’occhiata al sito web ufficiale.

Un’altra bella chiesa da vedere è la Reformatus Kistemplom. Di fede protestante, costruita completamente in legno nel Settecento. Alcuni anni dopo, a causa di un grave incendio, parte della struttura andò distrutta e venne poi ricostruita in pietra. L’edificio presenta una tipica cupola a bulbo (o a cipolla) e una torre campanaria che ricorda molto gli alti torrioni merlati del Medioevo.

La più importante delle chiese di Debrecen è la Cattedrale di Sant’Anna. Monumento da visitare assolutamente! È una costruzione del primo Settecento progettata da un italiano, Giovanni Battista Carlone. Nel tempo è stata oggetto di restauri, assumendo uno stile ecclettico, ma molto grazioso.

Se sei a Debrecen per pochi giorni non pederti anche il Déri Muzeum. Un Museo curioso, perché non racconta la classica storia della città, ma espone diverse tematiche storiche. Le collezioni permanenti espongono temi come la cultura dell’aldilà nelle società primitive e l’arte della guerra nella cultura giapponese. Inoltre trovi esposti numerosi reperti archeologici della zona e una galleria d’arte con dipinti realizzati tra Seicento e Ottocento, fondamentali per conoscere l’identità culturale ungherese.

Il museo è aperto tutti i giorni (tranne il lunedì) dalle 10 alle 18. Il costo del biglietto è di circa 6,50 euro (2000 HUF). Per maggiori informazioni visita il sito web ufficiale del Museo.

Ultimo, ma non per importanza, soprattutto se sei un amante dell’arte contemporanea, è il Modem, Il centro di arte moderna e contemporanea. Aperto tutti i giorni (tranne il lunedì) dalle 10 alle 18. Per trovarlo, consulta la mappa in alto.

 

Cose da vedere a Debrecen

 

Viaggio a Debrecen per relax e benessere

Debrecen, come in generale molte altre località dell’Ungheria, sono rinomate per l’offerta termale. Numerose e splendide sono le terme di queste zone, molto note anche nel mondo antico.

Parco Nagyerdei, a pochi minuti dal centro città, è uno dei parchi più grandi della zona con alberi secolari e sorgenti di acque termali. Un vero paradiso per chi è alla ricerca di comfort e benessere.

L’Aquaticum, il centro spa principale, nel nome ricorda i luoghi d’incontro degli antichi romani, grandi amanti delle terme intese come luoghi di piacere e di discussione. Questa grande struttura termale si trova al centro del Parco.

 

Debreceni Egyetem

 

Visitare i dintorni di Debrecen

A 20 km circa dal centro di Debrecen si trova l’Aquapark di Hajdúszoboszló, uno dei complessi termali più grandi d’Europa. Completamente ristrutturato e molto frequentato da turisti di tutto il mondo. Aperto tutti i giorni, dalle 7 alle 19.
Nel sito web ufficiale puoi trovare maggiori dettagli.

A mezz’ora di auto dal centro di Debrecen si trova il Museo etnografico Bocskai. Io non conoscevo István Bocskai, un eroe per queste terre. Bocskai, nei primi anni del Seicento, fu capo di una gloriosa rivolta contro gli autriaci. Condusse, secondo le leggende locali, la Transilvania, tutta la regione di Debrecen e tanti altri territori tra Moravia e Slovacchia, alla libertà.

Il Museo è dedicato a lui e alle imprese degli hajdú, i suoi fedelissimi, che combatterono al fianco di Istvan per l’indipendenza e, anni dopo, contro i Turchi per evitare l’occupazione.

Entrambi i posti puoi raggiungerli in treno partendo dalla Stazione centrale di Debrecen.

 

Debrecen, Református Kistemplom

 

Come muoversi dentro Debrecen

Il centro storico è ben collegato con la periferia e i paesini dei dintorni tramite un efficiente sistema di trasporti. I tram cittadini sono il miglior mezzo per raggiungere punti opposti della città e visitare Debrecen con la massima comodità.

Ti consiglio di acquistare un abbonamento settimanale (costo medio 5-8 euro), che ti consente di salire e scendere dai bus con estrema semplicità. Per richiederlo consulta i botteghini dei Punti Turistici sparsi per la città o chiedi informazioni nelle Stazioni di treni e autobus. Le trovi indicate nella mappa in alto.

 

Kossuth ter, Debrecen

 

Informazioni utili per visitare Debrecen

 

Come raggiungere Debrecen

Debrecen è meta di numerosi voli low cost in partenza dall’Italia, come ad esempio da Milano. L’aeroporto internazionale di Debrecen si trova a 10 km circa dal centro città. Puoi raggiungere il centro di Debrecen con uno dei bus che trovi nel parcheggio del terminal, oppure puoi pensare di farti accompagnare davanti all’hotel da un taxi.

In alternativa puoi visitare Budapest e poi spostarti a Debrecen. Anche l’aeroporto di Budapest è frequentato da compagnie aeree low cost, QUI tutti i voli a basso costo.

Puoi raggiungere Debrecen da Budapest (e viceversa) in treno o in autobus con estrema facilità. I mezzi di trasporto sono ben organizzati e personalmente li ho sempre trovati molto puntuali.

Trovi un treno da/per Budapest ogni mezz’ora circa e la durata dell’intera percorrenza è di massimo tre ore. I treni veloci arrivano anche in due ore e mezza. Le prime corse sono all’alba e le ultime a mezzanotte, quindi puoi visitare Budapest anche in giornata.
Costo medio del biglietto a tratta: 12 euro.

Gli autobus sono più lenti per via del traffico, impiegano circa tre ore e mezza a tratta. Il numero delle linee cambia di continuo, quindi ti consiglio di recarti alla Stazione dei bus e chiedere (in inglese tranquillo!) quali sono gli autobus che raggiungono Budapest. Io, quando ho visitato Budapest partendo da Debrecen, ho preso l’autobus numero 1060; è possibile che sia lo stesso.
Costo medio del biglietto a tratta: 20 euro.

Buon viaggio e ricordati di rispettare sempre il luogo e i monumenti che visiti. Il loro futuro dipende anche da te!



Dimore storiche

Iscriviti e ricevi le migliori occasioni di viaggio per tutte le tasche



Loading Facebook Comments ...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici − 14 =