Cosa vedere a Pisa e dintorni in tre giorni: itinerario tra i luoghi medievali più affascinanti

Cosa vedere a Pisa e dintorni in tre giorni? Di solito chi arriva in città per visitare la Torre di Pisa non sa che oltre Piazza dei Miracoli ci sono tante altre piccole cose medievali da poter esplorare. Ecco, in questo articolo ti voglio parlare proprio di cosa vedere a Pisa oltre la Torre campanaria per conoscere la storia medievale della città.

 

Cosa vedere a Pisa

 

Chi decide di visitare Pisa in tre giorni di solito è affascinato dal Medioevo. Tutti sappiamo che Pisa fu una delle cosiddette Repubbliche Marinare e, come in altre città della Toscana, è forte tra i cittadini il senso di appartenenza a questa città.

Pisa nel Medioevo era una delle città mercantili più importanti e prospere dell’Europa. La sua flotta, temuta in tutto il Mediterraneo, dava filo da torcere ai pirati saraceni. I crociati per raggiungere la Terra Santa usarono anche navi pisane.

 

 

Cosa visitare a Pisa

Il centro storico di Pisa inizia imboccando Corso Italia, appena dopo la Stazione Centrale, e prosegue oltre Ponte di Mezzo, dove a giugno si svolge il Gioco del Ponte, una rievocazione medievale che vede scontrarsi due fazioni di giovani pisani.

Arriverai così in Borgo Stretto, centro della Pisa medievale. Nel Medioevo le barche da Porto Pisano raggiungevano i Lungarni e qui trovavano moli per l’approdo. Gli scaricatori in fretta si accalcavano lungo gli argini dell’Arno per trasferire merci di ogni tipo dalle barche alle botteghe e alle piazze di mercato.

Molte merci raggiungevano Piazza delle Vettovaglie, oggi cuore della movida pisana, un tempo luogo di incontro di numerosi commercianti. A pochi passi da questa piazza, tutte le mattine, da secoli ormai, ancora si tiene il mercato ortofrutticolo, che espone frutta e verdura a chilometro zero.

Lì vicino si trova Piazza dei Cavalieri dove si affacciano la Scuola Normale di Pisa e la Chiesa di Santo Stefano dei Cavalieri, la chiesa nella quale venivano benedetti i vessilli crociati prima della partenza per la Terra Santa. All’interno della Chiesa trovi ancora oggi esposti cimeli medievali che raccontano eventi particolari delle crociate. La piazza è bellissima, vale la pena inserirla tra le cose da vedere a Pisa e dintorni.

Un piccolo angolo verde a Pisa è l’Orto botanico, fondato nel Cinquecento da Luca Ghini. L’Orto ospita sia piante provenienti dai cinque continenti, sia piante rare, che nel Medioevo e in Età Moderna si trovano in farmacie e spezierie. Qui trovi maggiori dettagli per visitarlo.

 

cosa visitare a Pisa
Pisa è arcinota per Piazza dei Miracoli, dove trovi la famosissima Torre pendente, la Cattedrale e il Battistero. La piazza è sempre molto folta di turisti provenienti da ogni parte del mondo, che si accalcano per scattarsi selfie o immortalare con foto panoramiche il paesaggio urbano creato dalle mura antiche e dalla piazza.

Una cosa che pochi sanno è che i monumenti di questa piazza sono stati costruiti con i bottini di guerra presi ai saraceni del Nord Africa dalla flotta pisana. Ma una cosa che ancora meno si sa e si apprezza è il Campo Santo Monumentale, che si trova proprio alle spalle della Cattedrale di Pisa e a pochi passi dalla Lupa capitolina.

Il Campo Santo Monumentale di Pisa fu completamente raso al suolo durante la Seconda Guerra Mondiale e ricostruito nel dopoguerra nel migliore dei modi. Oggi ospita importanti dipinti e affreschi medievali, come il ciclo della vita di San Ranieri (santo patrono della città di Pisa) e alcune opere di Buonamico Buffalmacco, pittore fiorentino del Trecento, noto come uno degli esponenti della pittura gotica in Toscana.

Per informazioni su orari e prezzi dei biglietti puoi consultare il sito web dell’Opera della Primaziale Pisana, l’ente che gestisce i monumenti di Piazza dei Miracoli.

Vicino al Cimitero Monumentale trovi il Cimitero ebraico, da vedere, se non ne hai mai visto uno.

Via Santa Maria è la via degli universitari, trovi tutti gli edifici delle diverse facoltà e le biblioteche. Da via Galvani ti immetti in Piazza Dante luogo di incontro degli studenti che si accalcano in cerca di cibo a buon mercato. Sai come si dice: “dove ci sono studenti c’è cibo buono ed economico”.

Poco distante da Piazza Dante, su Lungarno Gambacorti, puoi ammirare una piccola chiesa gotica medievale: la Chiesa di Santa Maria della Spina. Meravigliosa!

Nella mappa in alto trovi altri luoghi d’interesse culturale per capire cosa visitare a Pisa di interessante.

 

Un post condiviso da Alessandro Valenzano (@alessvalenzano) in data:

 

Musei a Pisa

Se decidi di vedere Pisa in tre giorni di sicuro non avrai molto tempo da dedicare ai musei, per questo ti segnalo i più interessanti per scoprire la storia medievale della città.

 

Museo Nazionale di San Matteo

Conserva crocifissi di legno e dipinti medievali realizzati tra i secoli XI e XIII, nel periodo di maggior splendore della città di Pisa. Il Museo si trova su Lungarno Mediceo accanto alla Chiesa di San Matteo Apostolo. Aperto tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 8.30 alle 19. Costo del biglietto intero: 5 euro.

 

Museo delle navi antiche di Pisa

Un museo recentissimo che racconta la storia del porto fluviale di San Rossore. Nel Medioevo l’Arno seguiva un percorso diverso dall’attuale e questo porticciolo si trovava nel punto in cui il Serchio entrava in Arno. Nel tempo la conformazione del territorio ha insabbiato l’intera struttura portuale e oggi diversi team di archeologi l’hanno riportata alla luce, trovando intatte numerose navi romane e medievali.

Nel sito web ufficiale del Museo trovi maggiori informazioni su biglietti e orari.

 

Museo di San Matteo

 

Cosa vedere intorno a Pisa?

 

San Miniato

A quaranta minuti di viaggio dal centro di Pisa si trova San Miniato, l’ultimo comune prima di entrare nel territorio di Firenze. Anche nel Medioevo San Miniato era terra di frontiera tra i domini pisani e quelli fiorentini.

San Miniato è un piccolo borgo medievale, visibile dalla statale Fi-Pi-Li per l’alta torre federiciana, che troneggia dall’alto della collina e che un tempo controllava la Via Francigena.

Questa nota strada medievale univa Parigi a Roma e proseguiva fino al Salento, dove si trovavano i porti dai quali salpavano pellegrini e cavalieri alla volta di Gerusalemme. La via Francigena in questo territorio passava per il borgo di San Genesio, attualmente in fase di scavo da parte degli archeologi dell’Università di Pisa.

San Miniato a novembre diventa “la Terra dei tartufi”. La sagra che tutti gli anni ospita venditori della zona e buon gustai di tutta Italia. Personalmente ogni volta che vado a San Miniato mi fermo a mangiare alla Taverna dell’Ozio, il miglior ristorante della zona dove mangiare cucina tipica a prezzi davvero stracciati. Ideale se ami gustare tartufi, pasta fresca, pecorino di fossa e ovuli (i funghi tipici della zona).

Il ristorante si trova in località Corazzano (lo trovi nella mappa in alto). La Taverna dell’Ozio è aperta tutti i giorni, a pranzo e a cena, tranne il lunedì. Costo medio: 25-35 euro a persona. Ti consiglio di prenotare in anticipo. A me è capitato di prenotare anche un mese prima.

 

Duomo di San Miniato

 

Cosa vedere a Pisa e dintorni

Se vuoi veramente capire cosa vedere a Pisa in tre giorni devi viaggiare in auto e spostarti verso sud. Lasciare Pisa e dirigerti in località storiche affacciate sul mare, come Populonia.

 

La baia di Baratti e Populonia

Ideale per una gita giornaliera, questa baia è meta di archeologi e diver della domenica. Dai fondali bassi del mare spuntano anfore e frammenti ceramici, perché a pochi metri dalla riva si trova la necropoli etrusca di San Cerbone. In alto, invece, risalendo il monte, puoi visitare il castello di Populonia.

Baratti nel periodo etrusco e romano era un centro minerario molto importante, infatti passeggiando per il parco archeologico ti accorgerai di numerose scorie ferrose sparse nel terreno.

Il nuovo centro si trova all’interno di un castello. Un piccolissimo borgo medievale a strapiombo sul mare.

Fuori dalle mura merlate puoi visitare il Parco archeologico dell’acropoli di Populonia. Quella etrusca e romana, fatta di meravigliosi templi e cisterne per l’acqua piovana.

Dall’alto baratti è incantevole. Dal basso invece il castello crea un effetto romantico d’altri tempi.

La vista è spettacolare con scorci splendidi che ti permettono di vedere l’Isola d’Elba.

Spostati ora nell’entroterra per ammirare uno dei siti archeologici medievali più belli d’Italia.

 

Castello di Populonia

 

Parco minerario della Rocca di San Silvestro

Nel Parco minerario della Rocca, presso Campiglia marittima, trovi i resti archeologici del castello medievale di San Silvestro, fondato nel X secolo dai feudatari pisani della Gherardesca per ospitare i lavoratori delle miniere.

Questo è il territorio delle colline metallifere, molto sfruttate nel Medioevo per l’estrazione di metalli, come piombo, ferro, argento, zinco.

Nel tempo gli archeologi hanno scavato quasi del tutto il castello di San Silvestro e oggi i visitatori hanno una visione completa di come si viveva nel Medioevo in una rocca di questo tipo.

Chi ama il Medioevo vede San Silvestro e rimane a bocca aperta da quanto è emozionante. Sembra proprio un ritorno al passato.

Tutte le informazioni per visitare questi due parchi archeologici le trovi in questo sito web.

 

Campiglia Marittima, Rocca San Silvestro

 

Per scoprire altri borghi medievali vicino a Pisa, leggi questa guida di viaggio. Ti porterà alla scoperta dei borghi medievali più belli della Toscana.

 

Dove mangiare a Pisa ottima cucina tipica toscana

Dopo averti detto cosa vedere a Pisa e dintorni, ora voglio indicarti alcuni ristoranti davvero speciali. Secondo me sono i migliori di Pisa.

 

Da Antonio

Ideale per chi ama la carne arrosto e la fiorentina. Con un giro arrosto enorme e tutto a vista. Ti vengono cucinate carni tradizionali e selvaggine di prima scelta. Ottimo. Aperto a pranzo e a cena.
Prezzo medio a persona: 30/35 euro.
Per capire dove si trova consulta la mappa.
Telefono: 050-742494

 

Osteria dell’Ussero – Villa di Corliano

L’Osteria si trova nella splendida location della Villa di Corliano una delle ville storiche più belle d’Italia. Si trova a confine tra Lucca e Pisa e anche se fuori dal centro storico vale la pena di andarci. Si mangia cibo locale prettamente a km zero, con piatti della tradizione toscana. Eccellente.
Aperto a pranzo e a cena. Meglio prenotare in anticipo.
Prezzo medio a persona: 25/35 euro.
Telefono: 331.5791910
Sito web: www.villadicorliano.it/it/osteria

Oltre a fare attenzione a cosa vedere a Pisa, evita di mangiare nei ristoranti intorno alla Torre pendente. Sono molto cari e la qualità è pessima.

 

visitare Pisa

 

Aeroporto G. Galilei

L’aeroporto internazionale di Pisa è base di tante compagnie low cost. In questa pagina puoi trovare i migliori voli a basso costo per Pisa.

I terminal sono molto vicini al centro città, quindi con una passeggiata arrivi facilmente nelle vie principali. Se arrivi di sera, e preferisci muoverti con i mezzi pubblici, il bus cittadino da prendere è la LAM rossa, che ferma vicino a Piazza dei Miracoli.

 

Dove dormire a Pisa

Ci sono strutture alberghiere per tutte le tasche. Clicca qui per trovare quella che fa per te.

 

viaggio a pisa

 

Quando visitare Pisa

A Marzo, il 25 marzo, si tiene il Capodanno pisano e viene celebrata una Messa solenne nel Duomo di Santa Maria Assunta, che conserva le reliquie di San Ranieri (Santo patrono di Pisa).

A Giugno si tengono le feste cittadine più importanti. Dalla Luminara di San Ranieri (Festa patronale della città di Pisa) al Gioco del Ponte; dalla Regata storica, che vede affrontarsi squadre provenienti dalle antiche Repubbliche Marinare, al Palio di San Ranieri.

 



Buon viaggio e ricordati di rispettare sempre il luogo e i monumenti che visiti. Il loro futuro dipende anche da te!



Dimore storiche

Iscriviti e ricevi le migliori occasioni di viaggio per tutte le tasche



Loading Facebook Comments ...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

10 + undici =