Le Meteore della Grecia: guida con mappa ai meravigliosi monasteri

Meteora è una località della Grecia e uno dei centri ortodossi più importanti d’Europa. Meta di numerosi turisti per la visita delle meteore, ventiquattro bellissimi monasteri situati su falesie rocciose e dichiarati Patrimonio UNESCO. Oggi solo sei cenobi sono ancora abitati e sottratti al degrado. In questo articolo vedremo quali sono le famose Meteore della Grecia, come visitarle e perché rappresentano uno dei monumenti più belli della Nazione.

 

Le Meteore della Grecia

 

Le Meteore della Grecia: informazioni utili

Visitare le Meteore è un’esperienza straordinaria, ma prima di spiegarti nel dettaglio cosa puoi visitare nei singoli monasteri, voglio fornirti alcuni consigli logistici per organizzare nel migliore dei modi la tua visita alle Meteore della Grecia.

Non è un mistero che la Grecia sia una delle destinazioni turistiche più ambite dagli amanti della Storia e dell’archeologia.

Pensa che nel 2017 è stato registrato il record di oltre 28 milioni di visitatori. Record battuto poi l’anno dopo. La maggior parte dei flussi di visitatori arriva in estate, dato che in inverno il clima si fa più rigido, soprattutto nel Nord del Paese dove si trova Meteora.

Ti starai chiedendo dove sono le Meteore in Grecia?

Ebbene i monasteri di cui ti parlerò tra poco si trovano nella località denominata Meteora e sono vicini al paese Kalambaka, dove si trova la stazione e il centro turistico da cui partono i tour guidati. I monasteri distano circa 300 Km da Salonicco e circa 400 Km da Atene.

Dicevamo che i turisti che visitano le Meteore della Grecia sono tantissimi ogni anno e per questa ragione ti consiglio di prenotare volo aereo e hotel almeno con sei mesi di anticipo.

Nelle vicinanze dei monasteri ci sono diversi hotel economici. Però ti avverto che è molto rischioso essere precipitosi nelle scelte e decidere di prendere una stanza che costa poco, soprattutto da queste parti, perché potresti ritrovarti in un hotel veramente pessimo.

Per aiutarti nella scelta ti segnalo i tre hotel migliori che conosco:

  • Petrino Guesthouse – Un affittacamere in pietra situato in una posizione eccezionale, nei pressi delle Meteore e di fronte a un bellissimo bar.
  • Epavlis Meteora Suites Hotel – Un piccolo hotel nelle immediate vicinanze della Meteora di Santo Stefano. Regala una vista mozzafiato e la colazione è eccezionale.
  • Hotel Kosta Famissi – Si trova a pochi passi dal centro di Kalambaka. Lo staff è molto disponibile nell’aiutarti a organizzare il tour delle Meteore. Il modo in cui le camere sono arredate non mi fa impazzire, ma il servizio che questo hotel offre è ottimo.

Tutte e tre le strutture ricettive offrono colazione, parcheggio e Wi-Fi.

 

Orari di visita

Altro punto da considerare con attenzione quando organizzi un tour alle Meteore della Grecia è l’orario in cui decidi di accedere ai luoghi sacri.

Gli orari di apertura dei monasteri cambiano spesso. Controlla gli orari appena arrivi a destinazione o chiedi indicazioni alla reception del tuo hotel. Non c’è niente di peggio che dover attraversare mezzo Mediterraneo scoprendo poi che il sito che intendevi visitare è chiuso.

Per avere delle indicazioni di massima posso dirti che quasi tutti i monasteri sono aperti dalle 9.00 alle 16.00, in estate. Mentre in inverno dalle 9.30 alle 14.00.

Quando arriverai in hotel sicuramente ti verrà fornita la mappa delle Meteore greche con gli orari aggiornati.

 

Le Meteore in Grecia

 

Come raggiungere le Meteore

Terzo punto da considerare quando visiti le Meteore della Grecia sono gli spostamenti. Arriverai quasi sicuramente ad Atene in aereo, quindi il modo più rapido per raggiungere Meteora è prendere un’auto a noleggio.

Atene come abbiamo detto sopra dista da Meteora circa 400 Km.

In alternativa ti consiglio il treno, ma mettiti comodo, perché probabilmente dovrai affrontare un viaggio di cinque ore. Oppure ci sono gli autobus, ma anche in questo caso la strada da fare sarà tanta.

Viaggiare in treno può essere incredibilmente suggestivo per il panorama ed è di gran lunga il modo più economico per arrivare a Meteora da Atene. Puoi vedere città, montagne e fiumi dal sedile del treno.

Una volta arrivato all’aeroporto di Atene, grazie al sistema della metropolitana e al treno suburbano, prendere un treno per Meteora è molto semplice.

Se, invece, parti dall’hotel, perché magari hai pernottato una notte ad Atene, sappi che non importa dove ti trovi in città, ci sarà sempre una stazione della metropolitana nelle vicinanze e una volta che sei lì arrivare alla stazione ferroviaria è facile.

I treni da Atene a Meteora sono gli 884 in partenza da Atene dalla mattina presto e con destinazione Kalambaka (il paese più vicino a Meteora). Il treno del ritorno per Atene è l’885 in partenza sempre dalla stazione ferroviaria di Kalambaka.

Per raggiungere Meteora da Salonicco la tratta è la stessa: alla stazione centrale prendi uno dei treni che si fermano Kalambaka.

 

La mappa delle Meteore della Grecia

 

 

I sei monasteri rupestri visitabili

A Meteora come abbiamo detto si trova il gruppo più grande e importante di monasteri della Grecia, dopo quelli del Monte Athos.

Siamo in grado di individuare le prime tracce della loro storia nell’XI secolo, quindi nei decenni centrali del Medioevo, quando i primi eremiti si stabilirono lì. Poi nel Tardo Medioevo e soprattutto nel Cinquecento i monasteri hanno raggiunto il loro massimo splendore.

Le Meteore della Grecia, veri e propri cenobi rupestri, sono protetti dall’UNESCO come un fenomeno artistico unico del patrimonio culturale greco e hanno più o meno tutti le stesse caratteristiche architettoniche: il fulcro è rappresentato sempre dalla chiesa centrale, il Katholikon.

A mio parere il viaggio in questa meravigliosa parte della Grecia è una tappa fondamentale per conoscere la storia ellenica (antica, medievale e moderna), ma anche per apprendere le dinamiche di sviluppo dell’arte bizantina, diffusa in molti territori europei, tra i quali non mancano alcune zone dell’Italia.

Per accedere ai monasteri dovrai affrontare delle lunghe rampe di scale scavate nella roccia; dovrai seguire un vero e proprio itinerario di trekking sulle meteore.

Prima di raccontarti nel dettaglio le singole Meteore della Grecia voglio farti presente due cose: la prima è che per visitare questi luoghi sacri devi avere un abbigliamento consono, quindi sono vietate le scollature pronunciate, mentre spalle e ginocchia devono essere coperte; la seconda è che se soffri di vertigini ti sconsiglio di avventurarti sugli speroni rocciosi da solo.

 

Il Santo Monastero di Grande Meteora

Il primo monastero delle Meteore della Grecia che ti consiglio di visitare è il Monastero di Grande Meteora, il più grande tra i cenobi visitabili. La chiesa Katholikon, onorata della Trasfigurazione, fu eretta intorno alla metà del Trecento. Una parte del monastero, quella più antica, è oggi utilizzata come museo.

 

Il Santo Monastero di Varlaam

Il secondo cenobio per dimensioni è il Monastero di Varlaam. A mio parere il più suggestivo dei sei visitabili. La chiesa ha una pianta a croce inscritta, sormontata da diverse cupole. Chiese di questo tipo sono note in tutti i territori di tradizione bizantina. Puoi trovarne molte ad Atene, in Turchia, in Armenia e in Sicilia. Il Monastero di Varlaam fu costruito nel Cinquecento. Il vecchio refettorio è utilizzato come museo mentre a nord della Chiesa puoi vedere la parekklesion dei Tre Vescovi, costruita nel Seicento.

 

Monasteri

 

Il Santo Monastero di Roussanou

Il terzo monastero delle Meteore della Grecia è dedicato alla Trasfigurazione, ma è stato costruito in onore di Santa Barbara ed è femminile, quindi abitato da suore. Il Katholikon, ovvero la chiesa centrale del cenobio (corrispondente alla chiesa conventuale nella cultura cattolica), è sempre a pianta inscritta e fu fondato alla metà del Cinquecento. Sia il Katholikon che le sale di rappresentanza si trovano al piano terra, mentre le celle, la foresteria e le sale secondarie, sono sparse nel seminterrato e nel primo piano.

 

Il Santo Monastero di San Nicola Anapausas

È il primo monastero che incrocerai sulla strada da Kastraki a Meteora. La chiesa centrale è dedicata a San Nicola ed è a navata unica con una piccola cupola. Fu costruita all’inizio del Cinquecento. L’intero monastero è stato decorato dal pittore Teofane Strelítzas, detto Teofane di Creta, nel 1527.

 

Visitare le meteore

 

Il Santo Monastero di Santo Stefano

È una delle Meteore della Grecia più facili da raggiungere, in quanto non dovrai affrontare innumerevoli scale. La piccola chiesa di Santo Stefano a navata unica fu costruita e decorata intorno alla metà del XVI secolo. Mentre il Katholikon, la chiesa maggiore, dedicato a San Charalambos fu costruito nel 1798. Il vecchio refettorio del convento è oggi utilizzato come museo.

 

Il Monastero della Santissima Trinità

Se il precedente monastero era facile da raggiungere, il Monastero della Santissima Trinità è all’opposto il più difficile da raggiungere. Dovrai attraversare la valle e continuare in salita attraverso le rocce prima di arrivare all’entrata. Però ne vale davvero la pena. La chiesa è molto suggestiva e risale alla fine del Quattrocento, mentre le decorazioni sono più tarde e risalgono al Settecento. Lo spazioso esonartece con volte a botte fu terminato nel 1689 e decorato poco dopo. Successivamente fu aggiunto un piccolo skeuophylakion, che secondo la tradizione bizantina e ortodossa è il luogo utilizzato per la conservazione delle suppellettili liturgiche. Oltre a tutto questo, il panorama è stupendo!

 

Come raggiungere le meteore

 

Tour guidati e dintorni delle Meteore greche

Abbiamo visto cosa sono le Meteore della Grecia, adesso ti aiuto a capire quali sono i modi migliori per esplorarle.

Se sei uno di quei viaggiatori che ama prenotare tutto fin dalla partenza, allora devi sapere che per visitare le Meteore greche ci sono due modi.

Il primo è in totale autonomia e libertà, quindi senza una guida. In questo caso però non puoi prenotare da casa l’ingresso. A differenza di musei europei non esiste un salta coda.

Il secondo modo per visitare le Meteore della Grecia è con un tour guidato.

Esistono tanti tipi di tour guidati, di seguito ti riassumo i tre migliori:

#1 Il primo è un tour di quattro giorni nei luoghi storici più belli della Grecia. → Vai al tour.

Attraverserai la Grecia in autobus e con una guida esperta al tuo fianco esplorerai i siti archeologici di Delfi, Olimpia e Micene, con la bellissima tomba di Agamennone. Oltre, naturalmente, alle visita (inclusa nel prezzo) delle Meteore.

#2 Il secondo tour è una gita giornaliera con partenza da Atene e destinazione Meteora con visita ai meravigliosi monasteri di cui ti ho parlato, il tutto con una guida esperta al tuo fianco. → Vai al tour.

Ultimo tour, non di certo per importanza, anzi se io dovessi scegliere prenderei subito un biglietto per questo terzo tour.

#3 Il terzo percorso parte da Salonicco e ti porterà sempre ad esplorare i monasteri arroccati sulle meteore rocciose, ma prima avrai la possibilità di vedere uno dei siti archeologici più belli dell’Est Europa: Verghina. → Vai al tour.

Il sito archeologico di Verghina è importantissimo per la ricostruzione della storia della Grecia e dell’Antica Macedonia, perché proprio qui sono sepolti i resti degli antichi sovrani macedoni e in particolare potrai ammirare la tomba di Filippo II, padre di Alessandro Magno, passato alla Storia per aver introdotto nel suo esercito la temibile e imbattibile Falange macedone.

La guida che ti accompagnerà a visitare i monasteri di Meteora e i tumuli di Verghina parlerà italiano, quindi, se non comprendi bene l’inglese, è una ragione in più per scegliere questa escursione culturale.


Buon viaggio e ricordati di rispettare sempre il luogo e i monumenti che visiti. Il loro futuro dipende anche da te!


Iscriviti alla newsletter e ricevi le migliori occasioni di viaggio per tutte le tasche.


Privacy Policy

x Close

Like Us On Facebook