Viaggi spesso? Condividi le tue esperienze

viaggiLe persone non fanno i viaggi, sono i viaggi che fanno le persone!

Immagino che se sei incollato allo schermo del tuo PC a leggere questa pagina sei come me, un viaggiatore accanito. Uno di quelli che almeno due-tre volte l’anno prende zaino e scarpe comode e parte alla scoperta di un luogo storico conosciuto a pochi.

Anche io come te faccio parte di quei pochi. Un numero ristretto di pionieri coraggiosi che si stanno addentrando (io ormai dal lontano 2009) alla scoperta dei patrimoni culturali europei.

Sono tanti gli appassionati di viaggi, un numero davvero grande. Ma quanti di loro prima di partire studiano e approfondiscono come facciamo noi?

Quanti hanno come obiettivo l’esplorazione finalizzata alla conoscenza?

Quanti intendono il viaggio come un’occasione per migliorare la propria esistenza e imparare dal passato a non commettere di nuovo gli stessi errori?

A parole sono tutti degli avventurieri ma alla fine ogni volta si ritrovano vestiti a cipolla nel primo pulman più a buon mercato pronti a seguire un gregge di pecoroni.

Purtoppo il turismo di massa è la via più facile da seguire ma è anche uno degli artefici della rovina che giorno dopo giorno sta subendo il nostro patrimonio culturale. Molti ancora lo vedono come il turismo salvatore che genera crescita economica, ma in realtà non fa altro che distruggere le nostre identità culturali.

Ogni giorno, mentre tu sei comodo in poltrona davanti al camino a leggere un libro, a parlare con i tuoi familiari o semplicemente a leggere le pagine di questo blog, sappi che un sito archeologico, un angolo storico o un luogo della memoria viene trasformato in Luna Park per divertire gli stolti o, peggio, distrutto in modo irreversibile per lasciare spazio ai simboli del “progresso”.

Una casa torre abbattuta per lasciare spazio a una palazzina, un castello trasformato in museo delle emozioni, una Pompei devastata da abusi e malagestione.

Quando una storia, un evento, un paesaggio vengono stravolti e resi più “attraenti” automaticamente ciascuno di noi perde un pezzo della propria identità di cittadino, di italiano, di europeo e di abitante del Mediterraneo.

Quando ho iniziato a scrivere e a raccontare le mie esperienze di viaggio il mio intento è sempre stato quello di trasmettere la passione per i viaggi culturali, quelli che ti conducono a toccare con mano le storie che ci hanno reso, nel bene e nel male, quelli che siamo; ma soprattutto ho sempre scritto per trasmettere un semplice messaggio:

Il Patrimonio Culturale per essere difeso e tutelato deve necessariamente essere conosciuto nel profondo e apprezzato per quello che è.

Non possiamo dare per scontate le nostre origini e men che meno non conoscere quelle delle popolazioni che ci circondano.

Non renderti complice della messa al bando del nostro passato. Ha le ore contate e solo noi possiamo salvarlo.

Contribuisci anche tu nel tuo piccolo a trasmettere agli altri questo semplice ma potente messaggio. Invoglia con le tue storie a pensare ai viaggi culturali come dei momenti divertenti per conoscere il nostro passato.

Senza un’identità storica ben precisa siamo anonimi individui complici della distruzione del patrimonio culturale.

Se vuoi entrare a far parte del nostro gruppo di pionieri e condividere con gli altri le esperienze dei tuoi viaggi culturali continua a leggere questo articolo, altrimenti non perdere tempo e naviga in porti migliori.

Bene, sono contento che hai deciso di darci il tuo aiuto e condividere con noi i tuoi viaggi culturali.

 Puoi scrivere del tuo ultimo viaggio o di quello che hai affrontato anni fa.

 Puoi scriverci di un singolo luogo o di un itinerario storico.

√  Puoi svelarci tutte le chicche che hanno reso il tuo viaggio culturale memorabile.

√  Puoi raccontarci cosa ti ha portato a scegliere proprio quel luogo storico anziché un altro.

√  Puoi indicarci strumenti e fonti che hai consultato prima della partenza per organizzare il tour cultuale o durante il viaggio per muoverti e orientarti.

√  E ultimo, ma non per importanza, se gestisci un sito di viaggi affine al mio non perdere altro tempo e corri subito a inviarmi il tuo guest post.

Sei il benvenuto!

Sentiti libero di scrivere tutto quello che credi possa essere utile agli altri pionieri dei viaggi culturali in Europa.

Il tutto naturalmente è completamente GRATUITO e, come in ogni rivista e sito di viaggi cultuali che si rispetti, tutti gli articoli verranno revisionati da me e i miei collaboratori.

L’articolo verrà pubblicato solo dopo la tua approvazione, con il tuo nome, il tuo sito e la tua faccia bene in vista.

Scrivici a info@viaggiculturalieuropa.it o sulla nostra pagina Facebook.

P.S. Se vuoi delle indicazioni di base più precise per scrivere il tuo Post, dai un’occhiata a questa breve guida di stile.