Cosa vedere a Pola e dintorni in un giorno – lo storico capoluogo dell’Istria

Se cerchi un posto dove andare al mare in Croazia, e allo stesso tempo desideri conoscere la cultura locale, Pola è un’ottima destinazione, con molti luoghi di interesse storico e artistico. In questa guida di viaggio scoprirai cosa vedere a Pola e dintorni in un giorno.

 

Cosa vedere a Pula e dintorni

 

Cosa vedere a Pola in un giorno

Ci sono molte cose da visitare a Pola (Pula, in croato), una città di quasi 60.000 abitanti, la più grande dell’Istria.

Nelle sue acque nuotano delfini e foche monache, e le sue spiagge sono tra le più belle della Croazia. Questi elementi rendono Pola uno dei posti più belli dove andare al mare in Istria.

 

Visualizza la mappa di Pola e dintorni a schermo intero

 

Ma, soprattutto, Pola possiede uno degli anfiteatri romani meglio conservati. L’Arena risale al I secolo d.C., e venne fatta erigere dall’imperatore Vespasiano. Oggi è il monumento simbolo della città di Pola.

La storia di Roma è molto presente in questa città, ed è uno dei principali motivi per cui dovresti visitare Pola. Infatti, l’Arena non è il solo monumento di età romana visibile nel capoluogo dell’Istria.

 

Arena di Pola

 

Sempre del I secolo d.C. è il Tempio di Augusto, che sorgeva nell’antica città di Pietas Julia, eretto in onore dell’imperatore e della città.

Arco dei SergiDel secolo precedente, invece, è l’Arco dei Sergi, voluto da Salvia Postuma per onorare il marito Lucio Sergio Lepido, tribuno della XXIX legione romana, coinvolto nella battaglia di Azio, nella quale si scontrarono Ottaviano e Marco Antonio nel 27 a.C.

Un’altra porta di epoca romana presente a Pola è la Porta d’Ercole, collocata tra due torri medievali. Su questa porta sono ancora visibili la testa di Ercole e la sua clava scolpite. Purtroppo non è molto visibile sulla porta l’iscrizione che cita i nomi di Lucio Cassio Longino e di Lucio Calpurnio Pisone, i duoviri che tra il 47 e il 44 a.C. coinvolsero un gruppo di coloni nella costruzione di Pola.

Concludo la lista dei monumenti di età romana presenti a Pola citando il Teatro romano minore, in grado di ospitare fino a 5.000 spettatori, cioè, tutta la popolazione di Pola di quell’epoca.

Il teatro risale al I secolo d.C. ed era il secondo teatro di Pola. Il primo, di maggiori dimensioni, era situato fuori dalle mura della città e, purtroppo, oggi, di questo teatro non resta molto.

Il Teatro minore, invece, è collocato sulle pendici di una collina, così come erano costruiti i teatri greci. Di questo teatro si possono vedere oggi le fondamenta della scena e della cavea.

Tra le altre cose da vedere a Pola c’è il forte (Kastel) veneziano secentesco. È una cittadella veneziana fortificata, situata su una collina di Pola. Da qui è possibile godere di uno splendido panorama sulle isole vicine, sul teatro romano, sull’Arena e sul porto.

Non perderti, inoltre, la Cattedrale di Pola, dedicata all’Assunzione della Beata Vergine Maria. Probabilmente è stata costruita sui resti del Tempio di Giove Conservatore, di epoca romana.

La costruzione della cattedrale iniziò a partire dal IV secolo d.C., e fino al V secolo fu ultimato un complesso di edifici cristiani. Nel 1707 un campanile, costruito con tre pietre prelevate dall’Arena, venne affiancato al battistero del V secolo. Il battistero purtroppo venne demolito nel 1885.

I bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale arrecarono notevoli danni alla Cattedrale, che venne riparata nel 1947.

Cosa visitare a Pola oltre ai suoi principali monumenti? La città è anche piena di musei. In particolare, ti consiglio di visitare il Museo archeologico dell’Istria, molto ricco di reperti che vanno dal Paleolitico al Medioevo. Vai sul sito ufficiale del museo per avere tutte le informazioni sulla sua storia, sulle collezioni e sugli orari di visita.

Se desideri conoscere la cultura locale anche attraverso l’arte contemporanea, visita il Museo di Arte Contemporanea dell’Istria, che ospita opere d’arte che vanno dal ‘900 fino ai giorni nostri; e la Galleria Comunale (Turistička zajednica grada Pule), dove sono esposte opere dell’artista croato Antun Motika.

Un altro luogo spettacolare da visitare in città, soprattutto se viaggi con bambini, è l’acquario di Pola (Aquarium Pula), situato nella Fortezza di Verudella. L’acquario è un patrimonio culturale che ospita più di 200 specie protette di mare e di fiume, e al suo interno si svolgono molte attività educative.

Cosa vedere a Pola prima di tornare a casa? Sicuramente i tunnel sotterraneiZerostrasse, costruiti durante la Prima Guerra Mondiale come riparo dai bombardamenti aerei. Questi tunnel vennero ricavati scavando le colline di Pola.

Si venne, quindi, a creare un mondo sotterraneo, utilizzato inizialmente come caserma, deposito e prigione. Visitando i tunnel sotterranei di Pola verrai a conoscenza di rifugi, bunker, magazzini per le munizioni e passaggi segreti vissuti dagli abitanti di Pola durante i terribili anni della Prima Guerra Mondiale.

 

Cosa vedere in Istriadintorni di Pola

Cosa visitare in Istria oltre a Pola? Ti segnalo altre quattro località che ti consiglio di non perdere se decidi di organizzare un tour dell’Istria.

 

Cose da vedere a Rovigno

 

La prima località è Rovigno, una piccola cittadina con bellissime case che si affacciano sul mare. Tra le cose da vedere a Rovigno ci sono la Cattedrale di Santa Eufemia del XVIII secolo e il borgo antico.

 

Poreč - Parenzo ( Croazia)

 

Poco più a nord di Rovigno, e sempre sulla costa, si trova Parenzo, un altro antico borgo, poco più grande di Rovigno. Oltre alle sue bellissime spiagge e al suo limpido mare, in particolare, a Parenzo ti consiglio di visitare la Basilica Eufrasiana, patrimonio dell’UNESCO, e di immergerti nelle stradine del suo borgo.

 

Buzet

 

Interessante è anche l’antico villaggio di Buzet, costruito dai romani, e situato nell’entroterra. Oggi è la “città del tartufo”, dove è possibile trovare tantissimi negozietti che vendono tartufi locali di alta qualità.

 

Montona

 

Un’altra località dell’entroterra istriana è Montona, un borgo antico e suggestivo, situato su una collina. Piazza Andrea Antico e il Duomo sono i principali punti di interesse. Inoltre, dal borgo si può ammirare il bellissimo panorama sulla Valle del fiume Quieto.

 

Dove dormire a Pola

Dove dormire a Pola

 

Adesso che sai cosa vedere a Pola e dintorni, prenota un’ottima struttura in cui dormire per godere al meglio della città e per spostarti facilmente nei borghi descritti in questa guida.

Ho selezionato le migliori strutture della città. Se prenoti un hotel dalla lista che trovi in basso, avrai la possibilità di trovare parcheggio e di soggiornare, con un ottimo rapporto qualità/prezzo, vicino alle principali cose da vedere a Pola.

 

***

 

Spero che questa guida su cosa vedere a Pula e dintorni in un giorno ti sia piaciuta. Se hai suggerimenti che pensi possano migliorarla, lasciami un commento.

 


Buon viaggio e ricordati di rispettare sempre il luogo e i monumenti che visiti. Il loro futuro dipende anche da te!


Iscriviti e ricevi le migliori occasioni di viaggio per tutte le tasche



Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

uno × cinque =

x Close

Like Us On Facebook

Iscriviti e ricevi le migliori occasioni di viaggio per tutte le tasche

Grazie per esserti registrato

Nascondi