Cosa vedere a Spalato in un giorno – scopri la capitale della Dalmazia in poche ore

Hai intenzione di visitare Spalato in poche ore? In questa guida ti racconto cosa vedere a Spalato per scoprire tutti i luoghi culturali più significativi della città. La capitale della Dalmazia è un ottimo compromesso tra mare, divertimento e percorsi culturali.

 

Cosa vedere a Spalato

 

Cosa vedere a Spalato in poche ore

Appollaiata su una piccola penisola, Spalato è considerata una delle località più belle della Croazia. Quello che ha portato noi di ViaggiCulturaliEuropa.it a parlare della città è la sua antichissima storia, connessa per certi aspetti a quella italiana, e i suoi luoghi d’interesse culturale, che attirano ogni anni tantissimi viaggiatori.

Spalato si affaccia sul Mar Adriatico e negli ultimi anni ha registrato un’impennata di turisti italiani in cerca di una soluzione comoda tra mare e cultura. Ma cosa vedere a Spalato tra una giornata di mare e l’altra?

Visitare Spalato in un giorno è facilissimo.

 

Visualizza a schermo intero la mappa di Spalato

 

Il monumento da cui ti consiglio di partire per esplorare la città è il Palazzo di Diocleziano, il cuore pulsante della città vecchia.

L’edificio è un complesso architettonico monumentale fatto edificare dall’imperatore Diocleziano tra il III e il IV secolo. La cosa curiosa è che le mura dell’antico Palazzo coincidevano con quelle dell’intera città.

Dal 1979 il Palazzo di Diocleziano è stato riconosciuto Patrimonio UNESCO per le sue caratteristiche storico-artistiche, che lo rendono un monumento unico nel suo genere.

La struttura di questo grandioso Palazzo tardoantico mi ha subito fatto venire in mente i Palazzi minoici, imponenti costruzioni utilizzate come residenze signorili, ma anche come centri di produzione e stoccaggio.

Diocleziano pensò il Palazzo come una residenza autonoma. Fuori dalla casa dell’Imperatore si trovava la cittadella con spazi religiosi, residenziali e produttivi.

Possiamo dire che Diocleziano amava Spalato e la pensò come ultima stazione della sua vita. Infatti, sempre all’interno della mura, fu edificato anche il Mausoleo dell’Imperatore, destinato a ospitarlo in eterno.

Oggi puoi accedere al Palazzo liberamente e girarlo come meglio desideri. Esplora ogni angolo e osserva i dettagli artistici, sono dei piccoli-grandi capolavori. Vedrai, sarà una bella passeggiata.

 

Split

 

Sono sicuro che per girare tutta l’area del Palazzo ti occorreranno 3-4 ore.

All’interno della stessa area del centro storico ti consiglio di fermarti qualche minuto in più nella Cattedrale di Spalato.

Il Duomo di San Doimo è stato costruito sui resti del Mausoleo di Diocleziano. A dire il vero tutto il Palazzo nel Medioevo venne utilizzato per altri scopi e gran parte del materiale fu spoliato e reimpiegato per la costruzione di altri edifici.

Nell’VIII secolo il Mausoleo fu convertito in Chiesa e qualche secolo più tardi, accanto alla chiesa venne costruito uno splendido campanile romanico, tra i più belli della Croazia.

Prima di uscire dalla città vecchia non ti dimenticare di attraversare la famosa Porta Aurea di Spalato, ovvero la principale porta monumentale della città.

 

Porta Aurea di Spalato

 

La Porta Aurea si trova dalla parte opposta del porto e come le altre due porte antiche, quella Argentea e quella Ferrea, era protetta da alti bastioni a pianta ottagonale, che oggi purtroppo non sono più visibili.

Questi sono i principali monumenti per visitare Spalato a piedi, poi sparse per tutta la città antica troverai altre testimonianze romane di un glorioso passato. Incrocerai tratti di mura, nicchie, statue, colonne e unendo tutti i punti potrai chiudere gli occhi e immaginare come poteva essere il Palazzo di Diocleziano, passato alla storia per essere uno dei più imponenti di tutto l’Impero romano.

Passeggiando per Spalato, oltre ai reperti romani, puoi ammirare i simboli di culture antiche e moderne, come le chiese medievali, le moschee e i meravigliosi palazzi pubblici, come il Municipio, realizzati in stile gotico veneziano, durante i secoli in cui la Serenissima dominava la città e gran parte dell’Adriatico.

Spalato nel Medioevo rappresentava uno dei porti di approdo delle Mude di Venezia, le carovane navali che sotto il protettorato del governo centrale solcavano i mari per scopi commerciali.

Questi antichi convogli di galee veneziane importavano ed esportavano merci, regolando in questo modo l’economia della Serenissima. Spalato, Sebenico e Dubrovnik, rappresentavano i principali porti dell’attuale costa croata.

 

Visitare Spalato

 

I musei di Spalato

Ora vediamo cosa vedere a Spalato all’interno dei più importanti musei della città.

Il Croatian Maritime Museum è uno dei miei musei preferiti e ripercorre la storia marittima commerciale e bellica della città.

Il museo sia all’interno che all’esterno è ricco di reperti archeologici, come le anfore romane, e di resti di navi antiche, medievali e moderne. Molto suggestivi sono anche le riproduzioni in scala ridotta delle imbarcazioni e gli strumenti di bordo, come le lampade e i timoni.

C’è anche una sezione dedicata alla Marina militare, con riproduzioni di arsenali bellici e navi da guerra.

Molti turisti ci capitano per caso, perché effettivamente la segnaletica non è delle migliori, ma di sicuro è una delle cose da vedere a Spalato per conoscere meglio la storia della città. Il museo è aperto tutti i giorni dalle 9 alle 15.

Altri musei interessanti a Spalato sono il Museo archeologico (aperto tutti i giorni dalle 9 alle 20), che custodisce molti reperti romani provenienti dagli scavi del Palazzo di Diocleziano, e il Museo di Storia naturale (aperto tutti i giorni dalle 10 alle 20), che racconta la storia della fauna e della flora locale, da visitare soprattutto se viaggi con bambini.

Ultimo, ma non per importanza, è il Museo della città di Spalato, molto suggestivo. All’interno del Museo sono raccolti reperti medievali e moderni, che ti permetteranno di avere un’ampia panoramica sulla storia della città dalle origini fino ai tremendi eventi del Novecento, collegati per certi aspetti con la storia italiana.

La Dalmazia fu territorio italiano fino alla conclusione della Seconda Guerra Mondiale, quando passò all’interno dei confini della ex-Jugoslavia. Ancora oggi in Slovenia e Croazia abita una consistente comunità di italiani.

 

Visitare Spalato in un giorno

 

Spiagge di Spalato

Abbiamo visto cosa visitare a Spalato, prima di salutarti, voglio indicarti quali sono i punti panoramici dove puoi ammirare lo splendido mare di Spalato.

Tutta la zona del porto con le insenature adiacenti ha diversi punti panoramici dove puoi ammirare il paesaggio marino della costa dalmata.

Se nell’arco della giornata hai ancora qualche ora a disposizione, ti consiglio di stenderti al sole e di tuffarti nel mare cristallino di Spalato. Fermarti in uno degli stabilimenti balneari, che trovi a est del centro storico, sul lungomare Setaliste Pape Ivana Pavla III, oppure a ovest nell’area del più selvaggio Parco Suma Marjan, percorrendo il lungomare Setaliste Ivana Mestrovica.

In queste due aree limitrofe al centro storico di Spalato trovi un ottimo compromesso sia in termini di paesaggio, dove storia e nuove costruzioni si intrecciano in armonia, sia in termini di offerta turistica. Qui infatti trovi moltissimi hotel con un rapporto qualità-prezzo davvero conveniente.

Le migliori strutture alberghiere che abbiamo selezionato per te sono:

Ora sai esattamente cosa vedere a Spalato in un giorno.

Per concludere l’intensa esplorazione della città ti consiglio di sederti in uno dei ristoranti del centro storico per gustare le specialità di pesce della zona e ammirare l’ampio tramonto all’ombra delle antiche mura romane della città vecchia.


Buon viaggio e ricordati di rispettare sempre il luogo e i monumenti che visiti. Il loro futuro dipende anche da te!


Iscriviti alla newsletter e ricevi le migliori occasioni di viaggio per tutte le tasche.


Privacy Policy

x Close

Like Us On Facebook